Terapia del dolore neuropatico: linee guida ed appropriatezza terapeutica

  venerdì 26 ottobre 2018
Venerdì 26 ottobre nell'Aula Magna “Giorgio De Sandre”, alla Lente Didattica del Policlinico G.B. Rossi si terrà il convegno "Terapia del dolore neuropatico: linee guida ed appropriatezza terapeutica".
 

Il dolore neuropatico affligge circa il 6-8% della popolazione. Condizioni comuni di dolore neuropatico sono rappresentate da neuropatie compressive, come la sindrome del tunnel carpale, traumatiche e post-chirurgiche, radicolopatie secondarie a spondilodiscoartrosi, nevralgia post-erpetica, nevralgia del trigemino, polineuropatie dolorose, come la neuropatia diabetica o da chemioterapia, patologie del midollo spinale, sclerosi multipla ed ictus.

Sebbene la prevalenza del dolore neuropatico sia sovrapponibile a quella di condizioni comuni come diabete mellito ed asma bronchiale, esso rimane di difficile diagnosi e trattamento. Nonostante siano disponibili svariati farmaci e linee guida per il trattamento del dolore neuropatico, si stima che solo un 30% dei pazienti afflitti da questa condizione raggiunga un sufficiente controllo del dolore.

Il dolore neuropatico ha un impatto rilevante su qualità della vita, sonno, umore e può essere causa di importante disabilità in taluni casi. Questi aspetti, pur essendo altrettanto importanti del dolore stesso, sono poco o nulla indagati negli studi clinici randomizzati sul dolore neuropatico.

Oppioidi e cannabinoidi sono tra i farmaci attualmente utilizzati nel dolore neuropatico. Talora i pazienti assumono anche benzodiazepine per i concomitanti disturbi del sonno o della sfera ansiosa. Alcuni pazienti possono sviluppare abuso o dipendenza da oppioidi. Seppur in Italia la prescrizione di oppioidi sia ancora nettamente minore che in altri Paesi europei e del Nord America, l’epidemia di pazienti dipendenti da oppioidi rappresenta negli USA una vera e propria emergenza sanitaria, cui il NEJM, una delle più prestigiose riviste scientifiche in ambito clinico, dedica quasi un articolo per ogni numero. La comorbidità psichiatrica può aumentare il rischio di abuso di oppioidi e l’abuso contemporaneo di oppioidi e benzodiazepine peggiora la gravità della dipendenza.

"Affronteremo tutti questi aspetti nel corso del convegno che si svolgerà al Policlinico Universitario G.B Rossi, il 26 ottobre prossimo”, spiega Stefano Tamburin, docente di Neurologia in ateneo, responsabile scientifico dell’evento. "Grazie alla presenza di esperti in neurologia, terapia del dolore, psichiatria, psicologia clinica e medicina delle dipendenze il convegno spazierà dalla diagnosi del dolore neuropatico, alla terapia, fino al trattamento della comorbidità psichiatrica e alle problematiche connesse all’abuso di oppioidi e benzodiazepine, nell’ottica di esplorare entrambe le ‘facce della luna’ del dolore neuropatico, quella visibile della diagnosi e terapia, ma anche quella nascosta della comorbidità e del rischio di dipendenza".

Il Convegno si rivolge a un’ampia platea di medici e di figure sanitarie coinvolte nella gestione del paziente affetto da dolore neuropatico ed è organizzato con il patrocinio dell’Associazione Italiana per lo Studio del Dolore (AISD, www.aisd.it). La partecipazione è gratuita previa iscrizione online (www.executivecongress.it).

Il programma completo è disponibile in allegato.

Allegati



Organizzazione

Strutture del dipartimento