Controllo biomedico dell'allenamento (2011/2012)

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
FISIOLOGIA APPLICATA ALL'ESERCIZIO FISICO 6 BIO/09-FISIOLOGIA II semestre Mario Rosario Buffelli
Carlo Capelli
ENDOCRINOLOGIA E MEDICINA DELLO SPORT 6 MED/13-ENDOCRINOLOGIA II semestre Paolo Moghetti

Obiettivi formativi

Modulo: FISIOLOGIA APPLICATA ALL'ESERCIZIO FISICO
-------
Il corso si prefigge lo scopo di illustrare lper prima cosa a bioenergetitica di alcune forme di locomozione (marcia, corsa e ciclismo) di particolare interesse sportivo. In particolare sarà introdotto e illustrato il concetto di costo energetico della locomozione e saranno introdotti ed illustrati i principali fattori che lo condizionano nelle forme di locomozione considerate. In secondo luogo saranno sviluppati i modelli fisiologici utilizzati per predire le prestazioni nelle competizioni di marcia, corsa e ciclismo su diverse distanze Infine, sarà illustrato un approccio quantitativo per quantificare il peso dei vari fattori fisiologici che condizionano la prestazione. Lo studente, al termine del corso, avrà acquisito gli strumenti concettuali per comprendere come la prestazione in varie forme di competizione dipenda da fattori biomeccanici e fisiologici che possono essere quantificati, ovvero misurati e verificati in modo obiettivo.
Il terzo obbiettivo consiste nell’illustrare i principali adattamenti indotti dall’allenamento e dal disuso sui sistemi cardiovascolare, muscolare e respiratorio.
Il quarto obiettivo e quello di fornire allo studente le conoscenze basilari per comprendere i fenomeni di plasticità del muscolo scheletrico e del sistema nervoso durante l’esercizio fisico e in seguito al disuso.


Modulo: ENDOCRINOLOGIA E MEDICINA DELLO SPORT
-------
Al termine del corso lo studente dovrà conoscere:
- il ruolo dei fattori endocrini nell’adattamento all’attività fisica, le modificazioni fisiologiche e le più comuni e importanti modificazioni patologiche di tali fattori nelle diverse età della vita;
- le caratteristiche principali delle diverse forme di diabete, le modalità di prescrizione dell’attività fisica ai fini della prevenzione e terapia del diabete, le alterazioni all’adattamento all’attività fisica legate al diabete e alla sua terapia;
- la fisiopatologia della sindrome metabolica, le modalità di prescrizione dell’attività fisica ai fini della prevenzione e terapia di tale sindrome;
- le conseguenze delle più comuni disfunzioni endocrine sulla performance fisica;
- le interazioni fra funzione riproduttiva femminile e prestazione fisica e gli effetti sulla capacità di esercizio dei principali farmaci usati per modificare gli aspetti fisiologici e patologici della funzione riproduttiva femminile;
- le interazioni fra gravidanza e attività fisica, nella fisiologia e nel diabete gestazionale.

Programma

Modulo: FISIOLOGIA APPLICATA ALL'ESERCIZIO FISICO
-------
-Concetto di costo energetico della locomozione e metodi di determinazione, il costo energetico della marcia naturale, competitiva e della corsa.
-Fattori ambientali, cinematici, biomeccanici, morfo-funzionali, genetici che influenzano il costo energetico della corsa.
-Modelli predittivi della prestazione di corsa sulle lunghe distanze, nel mezzo-fondo e nella corsa sprint.
-Costo energetico del ciclismo; fattori che influenzano il costo energetico del ciclismo (area frontale, coefficiente di drag, coefficiente di attrito, foggia del telaio).
-Modelli predittivi della prestazione nel ciclismo su strada e su pista.
-I fattori fisiologici che influenzano la prestazione nella corsa e nel ciclismo.
-Effetti dell’allenamento fisico di resistenza ed aerobico sul sistema cardiovascoalre (dimensioni cardiache, gettata pulsatoria, frequenza cardiaca, gettata cardiaca, trasporto di O2 durant eesercizio sottomassimale e massimale);
-Effetto del disuso sul sistema cardiovascolare (dimensioni cardiache, gettata pulsatoria, frequenza cardiaca, gettata cardiaca, trasporto di O2 durante esercizio sottomassimale e massimale).
-Effetti dell’allenamento di forza e di resistenza sulle dimensioni delle fibre muscolari e sulle proprieta’ contrattili delle unità ,otorie
-Ruolo di fattori genetici e dell’esercizio sul controllo dell’espressione genica delle diverse isoforme di proteine contrattili nelle fibre muscolari.
-Meccanismi molecolari responsabili dell’atrofia e dell’ipertrofia muscolare.
-Richiami sull’organizzazione gerarchica del controllo motorio.
-Plasticità della giunzione neuromuscolare.
-Modifiche dei riflessi, della soglia e ordine di reclutamento dei motoneuroni con l’allenamento.
-Plasticità della corteccia motoria.


Testi consigliati
Fisiologia dell’uomo, , P.E. di Prampero e A. Veicsteinas, Edi-ermes Milano, 2002
Dagli Abissi allo Spazio, Ambienti e limiti umani, a cura di G. Ferretti e C Capelli, Edi-ermes, Milano, 2008.
Cerretelli P. Fisiologia Dell’Esercizio, Società Editrice Universo.
Wilmore et al. Physiology of Sport and Exercise, Human Kinetics
Inoltre, ci si avvarrà di articoli scientifici in lingua inglese distribuiti a cura del docente


Modulo: ENDOCRINOLOGIA E MEDICINA DELLO SPORT
-------
-Ruolo del sistema endocrino nei processi di adattamento all’esercizio fisico; Il metabolismo energetico a riposo e durante attività fisica.
- Benefici dell’attività fisica e ostacoli all’attività fisica nell’anziano. Modificazioni del sistema endocrino con riflessi sull’adattamento ormonale all’esercizio fisico nell’anziano sano.
- Obesità ed esercizio fisico.
- Cenni sugli aspetti clinici e terapeutici del diabete tipo 2; Complicanze croniche del diabete.
- Valutazione medico-motoria nel soggetto con diabete tipo 2; Limitazioni all’esercizio fisico legate alla presenza di complicanze del diabete; Interazioni tra farmaci antidiabetici ed esercizio fisico.
- Prescrizione dell’attività fisica nella prevenzione e nel trattamento del diabete tipo 2.
- Sindrome metabolica: criteri diagnostici, prevalenza, eziopatogenesi, complicanze; ruolo dell’esercizio fisico nel soggetto con sindrome metabolica; Modificazioni del tessuto osseo nell’anziano e rapporti con l’attività fisica.
- Il diabete mellito tipo 1: cenni sugli aspetti clinici e terapeutici; Conseguenze del diabete e della sua terapia nell’adattamento all’attività motoria; effetti sulla glicemia di diverse modalità di esercizio; adattamenti terapeutici del diabetico all’attività fisica.
- Sviluppo e accrescimento: generalità e ruolo svolto dagli ormoni. Cenni sulle patologie endocrine che interferiscono sullo sviluppo e sull’accrescimento; Obesità e diabete tipo 2 nell’adolescente.
- Alterazioni riproduttive dell’atleta e loro implicazioni; effetti della terapia dei disturbi mestruali sulle prestazioni motorie; relazioni fra sindrome dell’ovaio policistico e attività motoria.
- Gravidanza ed attività fisica. Ruolo dell’attività fisica nella prevenzione e terapia del diabete gestazionale.
- Alterazioni della funzione delle ghiandole endocrine comuni nell’anziano: implicazioni generali e conseguenze sull’adattamento all’attività fisica.

Testi consigliati:
- The endocrine system in sport and exercise. Kraemer WJ and Rogol AD Eds, Blackwell Pub, Malden (USA), 2005
- Endocrinologia e attività motorie. Lenzi A, Lombardi G, Martino E, Trimarchi F. Elsevier Masson 2008
- Handbook of exercise in Diabetes. American Diabetes Association 2002
- Letteratura aggiornata sulle tematiche oggetto del corso

Modalità d'esame

Modulo: FISIOLOGIA APPLICATA ALL'ESERCIZIO FISICO
-------
Da definire con il coordinatore del corso integrato.


Modulo: ENDOCRINOLOGIA E MEDICINA DELLO SPORT
-------
Quiz a risposta multipla, con supplemento orale facoltativo (per il supplemento orale è richiesto un punteggio minimo ai quiz di 24/30).