JP2012 - Attività BIOsintetica del Trophectoderm: nuovi strumenti per la selezione degli embrioni Tecniche nella fecondazione in vitro

Data inizio
1 gennaio 2013
Durata (mesi) 
24
Responsabili (o referenti locali)
Cellini Barbara
Parole chiave
JOINT PROJECT, NON-INVASIVE EMBRYO SELECTION, IN-VITRO FERTILIZATION, BLASTOCYST, STEROID HORMONES, PROTEOLYTIC ACTIVITY

PREMESSA
Le tecniche di fecondazione assistita (IVF) offrono la possibilità di ottenere una gravidanza alle coppie con problemi di infertilità. Esse prevedono il prelievo dei gameti maschili e femminili, la loro unione in vitro e la generazione di embrioni che saranno poi trasferiti in utero per l’impianto. Nonostante i progressi nelle tecniche di IVF, le percentuali di impianto per singolo embrione sono basse e, per aumentare le probabilità di gravidanza si ricorre al trasferimento di più embrioni. Tuttavia, ciò si accompagna ad un aumento del rischio di gravidanze multiple, le quali sono associate a diversi problemi ginecologici ed ostetrici. Negli ultimi anni sono stati rivolti numerosi sforzi allo sviluppo di metodologie capaci di selezionare gli embrioni con il più alto potenziale di impianto, allo scopo di ridurre il numero di embrioni trasferiti senza compromettere le probabilità di gravidanza. Gli studi si sono concentrati principalmente sull’esame delle dinamiche di sviluppo e del metabolismo dell’embrione al fine di selezionare gli embrioni vitali e dotati di un maggiore potenziale di sviluppo. Tuttavia, non è stato condotto nessuno studio per definire se l’embrione sia o meno in grado di produrre le molecole necessarie per l’impianto. Analisi recenti sull’espressione genica del trofoectoderma, la componente esterna dell’embrione implicata nell’impianto e nella formazione della placenta, hanno rivelato che la produzione di ormoni steroidei e la sintesi e rilascio di proteasi sono processi potenzialmente coinvolti nell’impianto.

OBIETTIVI
Partendo da queste informazioni, il presente progetto ha lo scopo di fornire le basi per lo sviluppo di nuovi metodi di selezione non invasiva degli embrioni mediante la quantificazione dei livelli di ormoni steroidei e di attività proteasica nel terreno di coltura di embrioni derivanti da IVF e la correlazione di tali dati con la capacità di impiantarsi e di dar luogo ad una gravidanza.

MAIN PARTNER
Tethys srl

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Attività

Strutture