Il trapianto cellulare come alternativa al trapianto d'organo: studio dei processi di crescita e differenziamento delle cellule staminali orientate verso fenotipi cardiovascolari

Data inizio
5 novembre 2002
Durata (mesi) 
48
Responsabili (o referenti locali)
Suzuki Hisanori

Descrizione del programma:
  • FASE I
    1. determinazione di nitriti e nitrati nei terreni di coltura di cellule staminali di controllo utilizzando metodiche sensibili come il DAN o analisi in HPLC. La determinazione in situ di NO verrà eseguita con la metodica DAF. In caso di risultati poco soddisfacenti verrà utilizzato un sensore di gas amperometrico;
    2. determinazione dell’attività della NOS costitutiva nelle cellule staminali di controllo utilizzando la metodica descritta nei materiali e metodi;
    3. determinazione della concentrazione di NO nelle stesse colture e dell’attività della NOS nelle cellule staminali dopo esposizione ai vari agenti descritti, singolarmente o variamente combinati e alle più diverse concentrazioni e condizioni;
    4. analisi citofluorimetrica o immunocitochimica delle staminali trattate;
    5. valutazione dell’arricchimento cellulare mediante incorporazione di timidina triziata;
    6. analisi dei risultati e valutazioni delle metodiche più idonee all’allestimento di colture cellulari arricchite e stabili nel tempo.
    FASE II
    1. allestimento di colture cellulari specifiche ricavate dai tessuti dei pazienti che andranno sottoposti ad intervento di autotrapianto cellulare;
    2. arricchimento cellulare e stabilizzazione colturale mediante la metodica che risulterà essere la migliore nella fase 1;
    3. valutazioni clinico-strumentali basali dell’attività cardiaca dei pazienti;
    4. inoculazione attraverso cateterismo cardiaco nelle arteriole perilesionali delle cellule staminali trattate e poste in sospensione;
    5. valutazioni clinico-strumentali del recupero dell’attività cardiaca dei pazienti.

Enti finanziatori:

Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
Finanziamento: assegnato e gestito da un ente esterno all'ateneo
Programma: FIRB

Partecipanti al progetto

Elisabetta Cavalieri
Daniela Margotto
Sofia Giovanna Mariotto
Professore associato
Marta Menegazzi
Professore associato

Collaboratori esterni

Fabrizio De Vivo
Clinica Mediterranea, Napoli
Sergio Russo
Università Federico II di Napoli
Ernesto Amelio
Azienda Ospedaliera di Verona

Attività

Strutture