Risposte funzionali all'allenamento sportivo (2007/2008)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S02021
Crediti
10
Coordinatore
Silvia Pogliaghi
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
Biochimica 3 BIO/10-BIOCHIMICA I semestre Marta Palmieri
Silvia Pogliaghi
Fisiologia 3 BIO/09-FISIOLOGIA I semestre Mario Rosario Buffelli
Antonio Cevese
Biologia applicata 2 BIO/13-BIOLOGIA APPLICATA I semestre Maria Romanelli
Farmacologia 2 BIO/14-FARMACOLOGIA I semestre Cristiano Chiamulera
Guido Francesco Fumagalli

Obiettivi formativi

Modulo: Biochimica
-------
Dott.ssa Pogliaghi
Conoscere le raccomandazioni per una dieta ottimale per atleti di varie discipline. Evidenziare lo stretto legame tra alimentazione, metabolismo energetico e risposta fisica all'esercizio. Conoscere i concetti di integrazione e supplementazione alimentare ed i principali prodotti impiegati nei sedentari e negli atleti. Conoscere pregi e limiti dei regimi alimentari speciali proposti a fini ergogenici per diverse discipline sportive.

Prof.ssa Palmieri
Il Corso si propone di introdurre lo studente alla conoscenza dei processi biomolecolari che stanno alla base delle funzioni della cellula muscolare. Lo studente dovrà capire come avvengono e come sono regolate le trasformazioni chimiche che costituiscono il metabolismo della cellula muscolare durante l’esercizio fisico e dopo allenamento.


Modulo: Farmacologia
-------
OBIETTIVI GENERALI DEL CORSO CONSISTONO NEL FORNIRE ALLO STUDENTE UNA SERIE DI CONOSCENZE TEORICO-PRATICHE ATTE A:
• ESSERE IN GRADO DI VALUTARE SE E COME LO SVOLGIMENTO DI UN’ATTIVITÀ SPORTIVA PUÒ MODIFICARE LA RISPOSTA INDIVIDUALE AI FARMACI;
• CONOSCERE QUALI SONO I FARMACI MAGGIORMENTE UTILIZZATI IN AMBITO SPORTIVO.

OBIETTIVI SPECIFICI
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE DOVRÀ:
• SAPERE ELENCARE I FARMACI (ES. TEOFILLINA, WARFARIN, DIGOSSINA) PER I QUALI ESISTONO EVIDENZE SCIENTIFICHE CHE LA LORO AZIONE VIENE MODIFICATA DALL’ATTIVITÀ FISICA; SAPERE, INOLTRE, ATTRAVERSO QUALI MECCANISMI QUESTE MODIFICAZIONI POSSONO AVVENIRE;
• ESSERE IN GRADO DI VALUTARE PER QUALI FARMACI È CONSIGLIABILE ATTUARE UN MONITORAGGIO QUANDO SI SVOLGE UN’ATTIVITÀ SPORTIVA;
• CONOSCERE A CHE LIVELLO E ATTRAVERSO QUALI MECCANISMI AVVENGONO LE INTERAZIONI TRA FARMACI;
• DESCRIVERE LE PRINCIPALI CONSEGUENZE DELLE INTERAZIONI TRA FARMACI.


Modulo: Biologia applicata
-------
Il corso si propone come obiettivo di integrare conoscenze di base di biologia e genetica per la comprensione della fisiologia della risposta funzionale all’allenamento sportivo.


Modulo: Fisiologia
-------
Conoscere gli adattamenti cardiovascolari e respiratori all’esercizio fisico, con particolare riferimento agli sport di potenza e di resistenza.

Programma

Modulo: Biochimica
-------
Dott.ssa Pogliaghi
- L’ALIMENTAZIONE DELL’ATLETA
- INTEGRAZIONE E SUPPLEMENTAZIONE ALIMENTARE
- EFFETTO ERGOGENICO DEGLI ALIMENTI
- DIETE ERGOGENICHE

Prof.ssa Palmieri
Il tessuto muscolare: composizione biochimica e proprietà generali.
Il muscolo scheletrico: organizzazione strutturale e meccanismo molecolare della contrazione; tipologia delle fibre muscolari scheletriche in relazione all’esercizio fisico.
Attività metabolica del muscolo scheletrico: metabolismo aerobico ed anaerobico alattacidico e lattacidico durante l’esercizio fisico; fosfocreatina e lattato; il ciclo di Cori; il ciclo dei nucleotidi purinici; il ciclo glucosio-alanina.
Struttura cinetica delle vie biochimiche: principi del controllo metabolico di enzimi coinvolti nella produzione di energia durante l'esercizio fisico; reazioni all'equilibrio e non, reazioni generatrici di flusso, direzione di una via metabolica; enzimi generatori di flusso delle vie del metabolismo energetico; il caso della lattato deidrogenasi.
Metabolismo glucidico: effetti dell’esercizio e dell’allenamento nel muscolo scheletrico.
Metabolismo amminoacidico e proteico: effetti dell’esercizio e dell’allenamento nel muscolo scheletrico.
Metabolismo lipidico: effetti dell’esercizio e dell’allenamento nel muscolo scheletrico.
La biochimica della fatica.


Modulo: Farmacologia
-------
IL CORSO VERRÀ SVOLTO CON LA MODALITÀ DEL LAVORO A PICCOLO GRUPPO. GLI STUDENTI VERRANNO SUDDIVISI IN GRUPPI DI 8-10 PERSONE E DOVRANNO DISCUTERE SU UN CASO, COINVOLGENTE LA SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI, FORNENDO UNA SPIEGAZIONE DELLO STESSO. AD OGNI CASO VERRANNO DEDICATE DUE SEDUTE (LEZIONI), NELLA PRIMA I GRUPPI DISCUTERANNO E FORMULERANNO LE LORO IPOTESI, NELLA SECONDA SARANNO PRESENTATI I LAVORI DEI GRUPPI, VERRÀ DISCUSSA L’INTERPRETAZIONE EPICRITICA DEL CASO, VERRANNO FORNITE LE SPIEGAZIONI NECESSARIE ALLA RISOLUZIONE DEL CASO E PIÙ IN GENERALE PER LA COMPRENSIONE DEGLI OBIETTIVI DIDATTICI PREFISSATI, INFINE IL DOCENTE FORNIRÀ LE INDICAZIONI PER LO STUDIO INDIVIDUALE.


Modulo: Biologia applicata
-------
Il corso affronterà, sotto il profilo sperimentale ed applicativo, gli aspetti biologici dei seguenti argomenti principali:
- plasticità del muscolo scheletrico in risposta all’esercizio
- regolazione dell’espressione genica durante l’esercizio e l’allenamento sportivo
- la trasduzione del segnale cellulare nell’attività muscolare
- la variabilità genetica e i fenotipi associati alla risposta all’esercizio
- adattamenti a breve e lungo termine all'ipossia da alta quota;


Modulo: Fisiologia
-------
Prof. Buffelli

Richiami sulle proprietà morfo-funzionali e biochimiche delle unità motorie.
Effetti dell’allenamento di forza e di resistenza sulle dimensioni delle fibre muscolari e sulle proprieta’ contrattili. Ruolo di fattori genetici e dell’esercizio sul controllo dell’espressione genica delle diverse isoforme di proteine contrattili nelle fibre muscolari. Ruolo delle cellule satelliti e dell’IGF-1 nell’ipertrofia muscolare. Fattori responsabili dell’aumento dei capillari nell’allenamento aerobico.
Richiami sull’organizzazione gerarchica del controllo motorio. Effetti a breve termine e a lungo termine dell’allenamento sul sistema nervoso periferico e centrale. Plasticità della giunzione neuromuscolare. Modifiche dei riflessi, della soglia e ordine di reclutamento dei motoneuroni con l’allenamento. Plasticità della corteccia motoria.
Effetti dell’ipossia e dell’allenamento all’esercizio fisico in ipossia sul muscolo scheletrico.

________________________________________
Prof. Cevese

1. Trasporto dell’ossigeno durante l’esercizio: dai polmoni alle cellule muscolari (Faina)
2. Regolazione della circolazione durante l’esercizio: controlli nervosi e meccanici (Cevese)
3. alterazioni cardiovascolari nel ricupero dopo esercizio dinamico (Crisafulli)
4. risposta cardiovascolari anticipatorie del sistema nervoso centrale all’esercizio (Caria)
5. cuore d’atleta: adattamenti morfologici e strutturali (Meloni)
6. la variabilità della frequenza cardiaca nell’esercizio e in varie situazioni fisiologiche (Forte)
7. esercizio e circolazione coronaria (Losano)

Modalità d'esame

Modulo: Biochimica
-------
Scritto a scelta multipla ed integrazione orale


Modulo: Farmacologia
-------
Scritto a scelta multipla ed integrazione orale. L’esame verte sulle specifiche tematiche svolte durante il lavoro di gruppo e sui principi generali relativi ai casi discussi. L’esame mira a verificare che lo studente abbia appreso le nozioni relative alle tematiche del Corso, con particolare riferimento alle modificazioni che l’allenamento induce sulle proprietà farmacodinamiche e farmacocinetiche di farmaci, sostanze dopanti ed integratori. Lo studente dovrà dimostrare anche di aver acquisito capacità logica di risoluzione di problemi inerenti all’uso di farmaci, sostanze dopanti ed integratori nell’ambito dell’attività sportiva.


Modulo: Biologia applicata
-------
prova scritta a domande con risposte multiple ed orale ad integrazione.


Modulo: Fisiologia
-------
Scritto a scelta multipla ed integrazione orale