Controllo e apprendimento motorio (2008/2009)

Corso disattivato

Codice insegnamento
4S01998
Crediti
13
Coordinatore
Carlo Zancanaro
L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
Esecuzione motoria 3 M-EDF/01-METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE III quadrimestre, II quadrimestre Paola Cesari
Fisiologia del sistema nervoso centrale 3 BIO/09-FISIOLOGIA III quadrimestre, II quadrimestre Mario Rosario Buffelli
Anatomia del sistema nervoso 3 BIO/16-ANATOMIA UMANA III quadrimestre, II quadrimestre Carlo Zancanaro
Psicologia generale 3 M-PSI/01-PSICOLOGIA GENERALE III quadrimestre, II quadrimestre Massimo Girelli
Psicologia dell'apprendimento 1 M-PSI/04-PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE III quadrimestre, II quadrimestre Paola Cesari

Obiettivi formativi

L’obiettivo formativo del corso è l’apprendimento di una visione integrata del Controllo e Apprendimento Motorio fondata su basi neuroanatomiche, neurofisiologiche, psicologiche e operative.

Programma

Organizzazione generale del sistema nervoso centrale (SNC) e periferico (SNP)
1-SNC: morfologia generale di midollo ed encefalo
2-SNC: meningi e liquor
3-SNP: nervi spinali e cranici
4- Sistema nervoso autonomo
Neuroanatomia del movimento
1-Vie sensitive
2-Vie motorie
3-Basi morfologiche del controllo motorio
Apprendimento/condizionamento, memoria, attenzione e motivazione, emozioni, intelligenza,
Neurofisiologia del movimento
1. Motoneuroni e unita’ motorie.
2.Graduazione della forza muscolare attraverso la sommazione spaziale e temporale.
3.Ordine di reclutamento dei motoneuroni.
4.Frequenza di scarica dei motoneuroni tonici e fasici.
5.Proprieta’ funzionali delle diverse unita’ motorie.
6.Effetti della denervazione muscolare.
7.Effetti della reinnervazione crociata di muscoli lenti e rapidi sulle proprieta’ contrattili ed istochimiche.
8.Effetti della stimolazione elettrica cronica di muscoli innervati e denervati.
9.Effetti sulle proprieta’ muscolari dell’allenamento di forza e di resistenza.
10.Livelli gerarchici del controllo motorio: movimenti riflessi, posturali, automatici, volontari e volontari automatizzati.
11.Sistemi motori laterali e mediali del midollo spinale e loro input discendenti.
12.Locomozione e postura.
13.Ruolo del cervelletto e dei gangli della base nel controllo motorio.
14.Movimento volontario: corteccia motrice primaria e cortecce premotorie.
I sistemi di controllo coinvolti nell’esecuzione di movimenti
1-Dal cervello al movimento
2-Il programma motorio
3-Integrazione percettivo-motoria
4-Dal movimento al cervello
5-Il movimento efficace, adattato, eccellente
Analisi e misurazioni del controllo dei movimenti
1-La misura e la valutazione del movimento
2-Teorie sul movimento
Controllo dei movimenti appresi
1-Teorie sull’apprendimento motorio
2-La pratica del movimento
4-La pratica disgiunta dal movimento
5- Feedback e apprendimento

Modalità d'esame

Scritto. Quiz con risposta a scelta multipla + eventuale colloquio orale.