GENI MODIFICATORI IN CF: UNO STUDIO DI ASSOCIAZIONE BASATO SU FAMIGLIE

Data inizio
16 dicembre 2002
Durata (mesi) 
24
Responsabili (o referenti locali)
Pignatti Pierfranco
Parole chiave
GENI MODIFICATORI; FIBROSI CISTICA; CFTR; CORRELAZIONI GENOTIPO FENOTIPO; MUTAZIONI; POLIMORFISMI; TRASCRITTOMA; PROTEOMA; INTERAZIONI GENICHE

Data la variabilità delle manifestazioni cliniche della fibrosi cistica ed il possibile ruolo di altri geni oltre al gene CFTR, questo progetto di ricerca vuole identificare geni modificatori mediante un approccio combinato genomico, trascrittomico, e funzionale. Sono coinvolte quattro Unità di Ricerca esperte in diversi aspetti della ricerca proposta, che provengono dal campo della genetica, della biologia molecolare clinica, della fisiologia. Il progetto di ricerca è suddiviso in una prima fase di raccolta e caratterizzazione dei soggetti (1540 soggetti totali) e di linee cellulari normali e mutate attraverso la identificazione di polimorfismi in geni candidati, l'analisi di espressione su microchip e saggi elettrofisiologici, e in una seconda fase di genotipizzazione multipla, di analisi della trascrizione differenziale (129 geni) ed analisi della funzione e regolazione del CFTR e delle interazioni con altre proteine.
840 pazienti CF saranno caratterizzati approfonditamente sia clinicamente con particolare attenzione alle manifestazioni polmonari, gastrointestinali ed epatiche, che molecolarmente con uno screening completo del gene CFTR. Saranno effettuati studi genetici di trasmissione allelica differenziale in nuclei familiari e in coppie di affetti, studi caso-controllo in pazienti con lo stesso genotipo CFTR e differenti manifestazioni cliniche, provenienti da diverse regioni italiane. Saranno analizzati numerosi geni candidati sia a livello di DNA che di RNA messaggeri e di proteine, e la regolazione della funzione di canali ionici per il cloro ed il sodio. In questo modo sarà verificato il ruolo di alcuni geni candidati già proposti in letteratura e saranno inoltre identificati nuovi geni implicati nella modulazione del fenotipo della fibrosi cistica, che rappresenta un modello avanzato per la comprensione della complessità genetica di gran parte delle malattie mendeliane semplici. I risultati di questo progetto di ricerca potranno essere utili anche per l'identificazione di sottogruppi di pazienti a rischio genetico variato per particolari manifestazioni cliniche, e potranno aprire la strada a possibili future applicazioni nella consulenza e nella prevenzione mediante una prognosi più accurata ed una terapia più specifica.

Enti finanziatori:

Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento
Programma: COFIN - Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale

Partecipanti al progetto

Francesca Belpinati
Tecnico-Amministrativo
Cristina Bombieri
Professore associato
Roberta Galavotti
Tecnico-Amministrativo

Collaboratori esterni

Federica Carla Sangiuolo
Università Roma Tor Vergata Biopatologia e diagnostica per immagini
Giuseppe Castaldo
Università di Napoli - Federico II
Giuseppe Novelli
Università Roma Tor Vergata
Francesco Salvatore
Università di Napoli - Federico II BIOCHIMICA E BIOTECNOLOGIE MEDICHE
Valeria Casavola
Università di Bari Fisiologia generale ed ambientale

Attività

Strutture