Il paziente single-consulter nei servizi psichiatrici. Studio epidemiologico retrospettivo, follow-up e messa a punto di un modello di prevenzione secondaria.

Data inizio
1 ottobre 2002
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Diagnostica e Sanità Pubblica
Responsabili (o referenti locali)
Tansella Michele

Il fenomeno dei pazienti che contattano i servizi psichiatrici una sola volta o che abbandonano il trattamento in maniera inappropriata interessa un numero elevato di pazienti visti da un Servizio psichiatrico territoriale in un anno.
Tranne nei casi in cui questi pazienti sono correttamente inviati al Servizio psichiatrico per consulenze che richiedono una singola valutazione, in tutti gli altri casi si possono ipotizzare diverse spiegazioni.
Da una parte, il contatto potrebbe essere avvenuto per problemi che potevano essere affrontati dal medico di medicina generale o in altri setting specialistici, dall’altra, potrebbe trattarsi di pazienti che, dopo quel contatto, si sono rivolti ad altre strutture sanitarie ed invece avrebbero beneficiato di una presa in carico da parte del Servizio e di un trattamento per un periodo di tempo adeguato.

Enti finanziatori:

Assessorato Sanita' Regione Veneto
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Francesco Amaddeo
Professore associato
Cesario Bellantuono
Chiara Bonetto
Tecnico-Amministrativo

Attività

Strutture