Nano-terapia attiva mirata contro cellule staminali tumorali derivanti da adenocarcinoma pancreatico

Data inizio
1 gennaio 2018
Durata (mesi) 
36
Dipartimenti
Neuroscienze, Biomedicina e Movimento
Responsabili (o referenti locali)
Palmieri Marta

L’adenocarcinoma pancreatico (PDAC) è uno dei più aggressivi e devastanti tumori umani con una mortalità che supererà quello della mammella e del colon nel 2030 negli Stati Uniti. Questo tumore è fortemente metastatico ed è caratterizzato da resistenza alla chemioterapia e radioterapia. In un modello murino di PDAC, è stato dimostrato che la diffusione cellulare che conduce alla formazione di metastasi si verifica prima della formazione di un tumore primario identificabile. Questo comportamento è associato con la presenza di cellule pancreatiche circolanti che esprimono i marcatori tipici delle cellule staminali tumorali (CSC). La prova dell'esistenza di CSC in tessuti primari di PDAC è stata riportata ed è stato dimostrato che queste cellule sono più resistenti agli agenti terapeutici delle cellule tumorali più differenziate. Le alterazioni del DNA e la relativa espressione genica alla base dell’induzione delle proprietà delle CSC non sono state ancora del tutto chiarite. Quindi, l'identificazione delle specifiche caratteristiche molecolari delle CSC è di fondamentale importanza per lo sviluppo di terapie efficaci per il PDAC che devono essere specificamente dirette contro le CSC. A questo proposito, la nanomedicina offre un grande potenziale per lo sviluppo di farmaci contro le CSC, per il loro rilascio controllato, e la progettazione di nuovi farmaci gene-specifici. Grazie alla sinergica collaborazione con l'Unità CNRS di Chatenay-Malabry, diretta dal Prof. Elias Fattal, la presente proposta ha lo scopo di caratterizzare i profili molecolari di CSC ottenute da diverse linee cellulari di PDAC per identificare bersagli terapeutici e per lo sviluppo di nanoparticelle contenenti farmaci diretti specificamente contro le CSC. Dal momento che uno dei maggiori problemi del PDAC è la sua elevata resistenza alle terapie tradizionali, molto probabilmente a causa della presenza di CSC, l'obiettivo finale di questo progetto è lo sviluppo di una terapia a base di nanoparticelle in grado di migliorare la prognosi dei pazienti con PDAC.

Enti finanziatori:

UMR CNRS 8612 - Institut Galien Paris-Sud
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento
Programma: JOINT PROJECTS

Partecipanti al progetto

Giulia Ambrosini
Dottorando
Elisa Dalla Pozza
Tecnico-Amministrativo
Ilaria Dando
Ricercatore a tempo determinato
Marta Palmieri
Professore ordinario

Collaboratori esterni

Elias Fattal
UMR CNRS 8612 - Institut Galien Paris-Sud)
Hervé Hillaireau
UMR CNRS 8612 - Institut Galien Paris-Sud)
Juliette Vergnaud
UMR CNRS 8612 - Institut Galien Paris-Sud)

Attività

Strutture