Upper Limbs evaluation in hereditary NeuropAthies: the ULNA project

Data inizio
2 dicembre 2017
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Neuroscienze, Biomedicina e Movimento
Responsabili (o referenti locali)
Fabrizi Gian Maria

La Charcot Marie Tooth (CMT) è la neuropatia ereditaria più frequente. La polineuropatia amiloide familiare (FAP) è meno frequente ma viene diagnosticata sempre di più e sta diventando un problema di salute significativo.
I pazienti presentano spesso debolezza negli arti superiori (UL) e nelle gambe. Il funzionamento alterato e le deformità delle mani influenzano fortemente la disabilità e la qualità della vita dei pazienti. Questo progetto (francese / italiano) multicentrico e transnazionale mira a studiare l'efficacia dei diversi test per valutare la disfunzione UL.
L'obiettivo finale sarà quello di sviluppare un protocollo clinico unico e una quantificazione strumentale della disfunzione UL in pazienti affetti da CMT / FAP. Miriamo a diffondere i risultati di questa ricerca a livello nazionale e internazionale per migliorare la qualità dell'assistenza sanitaria ai pazienti affetti da neuropatie ereditarie.
 
 

Enti finanziatori:

AFM-Téléthon
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Ilaria Cabrini
Tiziana Cavallaro
Collaboratore alla ricerca - Tecnico di Laboratorio
Gian Maria Fabrizi
Professore associato
Silvia Testi
Incaricato alla ricerca

Collaboratori esterni

Angelo Schenone
Università di Genova
Giovanni Mancardi
Università di Genova
David Adams
Hôpitaux de Paris
Anna Mazzeo
Università degli studi di Messina
Luca Padua
Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma
Davide Pareyson
Fondazione IRCCS Istituto Neurologico “Carlo Besta”
Lucio Santoro
Università degli Studi di Napoli Federico II
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Clinical Neurology

Attività

Strutture