Valutazione degli effetti di biomolecole su modelli cellulari “ex vivo” di patologie scheletriche

Data inizio
1 gennaio 2016
Durata (mesi) 
36
Dipartimenti
Neuroscienze, Biomedicina e Movimento
Responsabili (o referenti locali)
Dalle Carbonare Luca Giuseppe , Mottes Monica , Valenti Maria Teresa
Parole chiave
Osteogenesis; Osteoporosis; gene expression profiles; gene-supplements interactions

 Le malattie scheletriche possono essere considerate patologie degenerative talora legate ad alterazioni delle vie differenziative delle cellule staminali progenitrici (CSP).
L’osteoporosi post-menopausale, l’acromegalia e l’osteogenesi imperfetta (OI) sono disordini scheletrici che coinvolgono in vari modi la linea osteogenica. Partendo da questi presupposti, il progetto è finalizzato a: 1) testare potenziali strategie terapeutiche in grado di rendere funzionali le vie di segnale coinvolte nella maturazione delle cellule progenitrici in senso osteogenico;
2) individuare trattamenti personalizzati basati su tecnologie cellulari ex vivo per pazienti affetti dalle suddette patologie scheletriche. In particolare, verrà saggiata una nuova formulazione di integratori bioattivi (vitamina D, acido ascorbico, fisetina, acido folico e pigment epithelium derived factor-PEDF)
 

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Monica Mottes
Professore ordinario
Maria Teresa Valenti
Tecnico-Amministrativo
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Cell genetics

Attività

Strutture