L'ipotesi magnocellulare della dislessia evolutiva

Data inizio
1 luglio 2002
Durata (mesi) 
36
Dipartimenti
Neuroscienze, Biomedicina e Movimento
Responsabili (o referenti locali)
Tassinari Giancarlo

Ci si propone di studiare se dislessici evolutivi di madrelingua italiana, o almeno un sottogruppo di essi, risultino deficitari in compiti visivi di movimento apparente e di sensibilità al contrasto. La presenza selettiva di tali difetti suffragherebbe l'ipotesi di un danno della via visiva magnocellulare alla base della dislessia evolutiva.

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Collaboratori esterni

Alberto Beltramello
Azienda Ospedaliera di Verona Primario
Silvia Babighian
Università di Verona

Attività

Strutture