Master

Offerta formativa attuale

Master in Approcci chirurgici "hands-on" alla base cranica antero-laterale, ricostruzione e indicazioni (II Livello)
**ATT.NE: i termini di iscrizione sono stati prorogati fino al 28 novembre 2018 **

L' obiettivo del Master è quello di valorizzare tutte le competenze teoriche e pratiche necessarie per eseguire gli approcci chirurgici alla regione antero-laterale del cranio per patologie endocraniche.
In particolare:
– acquisire conoscenze anatomiche su approcci semplici e complessi
– comprenderne le modificazioni funzionali
– comprenderne le applicazioni cliniche
– disporre di visioni e tecniche diverse da parte di specialisti di diversa estrazione chirurgica
– distinguere le tecniche migliori per patologie simili nel singolo caso
– eseguire direttamente gli approcci chirurgici sul cadavere con la relativa strumentazione tecnologica di avanguardia
– sperimentare sia la microchirurgia che l'endoscopia
– vedere interventi dal vivo o registrati e discutere con esperti delle criticità applicative
– conferire molta importanza agli aspetti di ricostruzione degli approcci eseguiti
– acquisire competenze per la valutazione dell' outcome dei casi clinici
– discutere delle possibili complicanze cliniche degli approcci eseguiti
– apprendere l'esperienza di esperti internazionali
– creare un ambiente appassionato e competente che possa offrire delle relazioni durature.

Principali attori del Master sono neurochirurghi, chirurghi maxillo-facciali, otorinolaringoiatri insieme ad altre figure professionali rappresentate nel Piano Didattico.

Profili e sbocchi occupazionali della figura professionale
1. Conoscenze: Il Master permette di intraprendere e consolidare una carriera in ambito specialistico in vari settori della medicina, sia di base (anatomia) che clinica (neurochirurgia, maxillo-facciale e otorinolaringoiatria) mediante le conoscenze e le relazioni offerte.
2. Abilità: Il Master permette di apprendere la metodologia clinica per eseguire e gestire interventi chirurgici in sicurezza nelle varie fasi: allestimento di un equipe, progettazione ed esecuzione di un intervento e follow-up. Permette inoltre di poter progettare programmi dedicati di educazione continua.
3. Competenze: Il Master permette di avere una visione completa dei requisiti teorici e pratici per valorizzare collaborazioni e migliorare l' outcome dei pazienti con patologie del distretto endocranico antero-laterale
 

Andrea Talacchi, direttore del Master

Master in Educatore Esperto per le Disabilità Sensoriali e Multifunzionali (I Livello)
Il Master di I° Livello "Educatore Esperto per le Disabilità Sensoriali e Multifunzionali" (XI^ Edizione) ha come obiettivo la formazione di una figura professionale ad elevata specializzazione, preparata all'intervento educativo su soggetti in età evolutiva o adulta che presentino deficit, patologie disabilitanti e/o significative alterazioni dell'apparato visivo e/o uditivo, di disabilità cognitiva e neuromotorie (spasticità), nonché di comunicopatie multifunzionali (autismo). Per tali caratteristiche, il Master EEDSM si propone come strumento idoneo anche per l'aggiornamento professionale degli operatori in tali ambiti. Secondo lo spirito che anima l'iniziativa formativa, le finalità del Master vengono perseguite in accordo e collaborazione con vari enti e realtà associative territoriali che si occupano per mission istituzionale di Disabilità Sensoriali e/o Multifunzionali. Nell'integrazione Educativo-Scolastica degli alunni con disabilità sensoriali e/o con affezioni allo spettro autistico, nonché nelle attività Educativo-Assistenziali di persone adulte o anziane con multi-disabilità o diversa eziologia, la figura professionale dell' "Educatore Esperto per le Disabilità Sensoriali e Multifunzionali" opera soprattutto in ambito extra-scolastico, in collegamento con altre figure professionali del mondo della Scuola e degli Enti Territoriali preposti, nonché in stretta collaborazione con i Servizi Socio-Sanitari nella stesura e nella realizzazione del Progetto Educativo Individualizzato.
Sbocchi occupazionali secondo:
1. Conoscenze: Conoscenze mediche e norme sanitarie specifiche e dell'organizzazione dei servizi territoriali; elementi di psicologia legati alle disabilità sensoriali; utilizzo di know how diversi per inquadrare i problemi e le potenzialità legate alle disabilità sensoriali; elementi per costruire percorsi educativi con i referenti idonei e con linguaggio tecnico idoneo; individuazione di canali comunicativo-relazionali adeguati; tecnologie informatiche di ausilio.
2. Abilità: Usare il linguaggio specialistico per interpretare il quadro diagnostico; costruire una corretta analisi iniziale; identificare tra le difficoltà, le potenzialità possedute dal destinatario; finalizzare le proprie azioni educative ad obiettivi specifici; interpretare il bisogno educativo in relazione al contesto familiare e di vita; operare nella relazione con l'utente nel rispetto di norme e competenze incrociate; programmare l'attività tenendo conto della complessità delle relazioni in gioco.
3. Competenze : Accompagnare il disabile negli apprendimenti e nei processi di sviluppo e nella maturazione di competenze fondamentali per il raggiungimento di obiettivi di integrazione scolastica e di partecipazione sociale, nell'ottica di un più ampio progetto di vita. Le competenze specifiche riguardano tra l'altro l'adeguata conoscenza di strumenti e tecnologie (Hardware e Software) di ausilio per la comunicazione e per l'apprendimento.
 


  Spazio e-Learning del Corso
Master in Esercizio-Terapia: progettazione e conduzione dell'esercizio fisico nelle patologie esercizio-sensibili (II Livello)
Il corso si inserisce nel contesto scientificamente ben riconosciuto e validato del ruolo dell'esercizio fisico come strumento di prevenzione delle malattie e promozione della salute e mira a rendere disponibile sul mercato del lavoro una figura professionale di area motoria con conoscenze approfondite sulla valutazione funzionale e sulla progettazione oltre che sulla conduzione dell’esercizio fisico a favore di soggetti portatori di patologie (patologie metaboliche, funzionali, neurologiche e psichiatriche).
Coerentemente col modello di sviluppo integrato medico-chinesiologo proposto nel contesto del Piano Nazionale della Prevenzione 2015-2018 del Ministero della Salute e col Piano Regionale per la Promozione dell'Attività Motoria del Veneto, il master intende formare un professionista in grado di interagire in un contesto di equipe, avendo competenze operative specifiche su gestione e attuazione dei protocolli di lavoro.
La finalizzazione principale del corso riguarda il soggetto con patologie cronico-degenerative, che traggono maggiori benefici da una pratica motoria regolare ed adeguata.
La struttura del corso crea i presupposti per consentire l’acquisizione di un linguaggio condiviso per prendere in esame contemporaneamente aspetti medici e motori, al fine di stimolare una forte e proficua collaborazione nella predisposizione di programma efficaci di attività fisica per la popolazione adulta e anziana.
L'esperto potrà inserirsi in strutture pubbliche (azienda sanitaria locale, case di riposo, strutture riabilitative, centri diurni etc.) o private (centri fitness, centri riabilitativi, case di riposo, la rete Palestre della Salute, etc.), presentando, ove non fossero già implementati, progetti di attività fisica adattata per la salute, rivolti a persone portatrici di patologie cronico-degenerative (metaboliche, funzionali e neurologiche e psichiatriche).
La possibilità di autonome iniziative imprenditoriali nel settore dell'attività fisica adattata per la prevenzione primaria e terziaria si configura come un settore in notevole espansione.

Obiettivi formativi:

Conoscenze:
- Basi sull'inquadramento clinico della singola patologia e sulle linee guida internazionali per i programmi di attività fisica;
- Conoscenze approfondite sulla teoria e metodologia per la valutazione, progettazione, organizzazione e gestione di programmi di esercizio fisico per la promozione della salute;
- Specifiche conoscenze sugli strumenti necessari per la valutazione dello stato di salute del paziente e delle capacità funzionali, ai fini della prescrizione e della implementazione di programmi di esercizio in modalità sicura e individualizzata.

Abilità:
- Utilizzazione di un linguaggio condiviso con uno staff multidisciplinare;
- Gestione della relazione con lo staff e con il paziente, nelle diverse fasi previste dall'iter valutazione-prescrizione-conduzione, con efficace suddivisione di compiti e responsabilità;
- Adattare il programma di lavoro proposto al variare della condizione della persona (includendo lo stadio patologia, nuova cura farmaceutica, altri cambiamenti), grazie ad accurata attività di monitoraggio e valutazione. Competenze:
- Capacità di inquadramento del soggetto affetto da patologia cronica (metabolica, funzionale e neurologica);
- Progettare l'esercizio fisico in base allo stadio patologico, alla terapia farmacologica assunta dal paziente ed alle abilità e capacità motorie residue;
- Individuare eventuali controindicazioni all'esercizio fisico, specifiche per paziente o per patologia;
- Condurre i singoli interventi in maniera efficace e sicura, anche nel rispetto delle diverse peculiarità motorie, fisiche e psicologiche dei soggetti coinvolti.

  Spazio e-Learning del Corso (A.A. 2017/18)
  Spazio e-Learning del Corso (A.A. 2018/19)

Federico Schena, componente del comitato scientifico del Master

Master in Neuroriabilitazione (II Livello)
** ATT.NE: IL MASTER IN NEURORIABILITAZIONE NON E' ATTIVATO PER L'A.A. 2018/2019 **

Obiettivi formativi del Master:
• Definire uno standard di formazione che fornisca le basi di conoscenza e di esperienza nella gestione della disabilità dovuta a patologie neurologiche.
• Fornire adeguate linee guida nella gestione di pazienti colpiti da patologie neurologiche acute, subacute, croniche in età adulta, geriatrica, pediatrica.
• Incoraggiare la formazione nella gestione degli strumenti di valutazione e out-come, dei trattamenti medici, farmacologici, riabilitativi delle problematiche motorie, cognitive e comportamentali, nello sviluppo e applicazione di nuove tecnologie, nelle conoscenze di tecniche protesiche e ortottiche, adattamento di devices.
• Preparare programmi di formazione che coinvolgano trasversalmente le diverse figure professionali del team riabilitativo.
• Promuovere l’ideazione e la partecipazione a progetti di ricerca traslazionale.
• Implementare il curriculum europeo in neuroriabilitazione proposto dalla European Federation of Neurorehabilitation Societies.

Profili e sbocchi occupazionali della figura professionale:
Numerose sono le possibilità di proporre il professionista all’interno di percorsi di cura presso strutture pubbliche e private (Aziende Sanitarie, Ospedali, Istituti di Riabilitazione e di Ricerca, Case di Cura, Residenze Socio-Assistenziali).
Il profilo professionale dello specialista che si verrebbe a formare con il master può costituire una credenziale che facilita l’inserimento lavorativo dei giovani specialisti.
Lo spessore del percorso didattico con lezioni frontali, stage e tirocinio pratico, seminari e apprendimento individuale può costituire un valido supporto per il professionista e al tempo stesso essere una garanzia per le strutture pubbliche e private che intendono avvalersi di una formazione specifica nel campo.
Anche l’attuale grande espansione della ricerca in questo campo potrebbe avvalersi e avvantaggiarsi della preparazione data dal valore istituzionale del titolo acquisito.


 
Master in Osteopatia nelle disfunzioni neuromuscolo-scheletriche (I Livello)
Il movimento del corpo è frutto di una fine organizzazione del sistema neuro-muscolo-scheletrico (NMS). L'ambito di studio delle disfunzioni NMS è molto vasto e complesso. Le attività motorie, infatti, sono conseguenza di un continuum di attività che vanno dalla trasmissione di impulsi nervosi alla contrazione muscolare che agisce su strutture mobili rappresentate da segmenti corporei. Questo equilibrio funzionale può essere alterato in diverse circostanze molto frequenti nella vita di tutti i giorni: traumi, anomalie posturali costituzionali o acquisite, sovraccarichi funzionali, alterazioni dello stato emozionale, etc. Il presente Master è finalizzato ad approfondire i principi che governano i meccanismi di controllo del sistema neuro-muscolo-scheletrico sulla base dell’Osteopatia e delle più recenti conoscenze della Medicina basata sull'Evidenza, identificarne la disfunzione dei distretti corporei associate alle varie patologie, proporre modalità di correzione delle disfunzioni tramite l’uso di manovre specifiche e promuovere lo sviluppo della ricerca scientifica in questi ambiti.
Il titolo rilasciato dal Master si configura ad alta spendibilità professionale ed occupazionale. La figura professionale formata nel Master può trovare, infatti, sbocco in attività sanitarie sia in strutture pubbliche che private alla luce della crescente domanda della società per le cure fisioterapiche convenzionali e non.
Sbocchi occupazionali secondo:
1. Conoscenze: acquisizione di conoscenze che riguardano le persone affette da problematiche NMS: 1) eziologia e tipologia delle disfunzioni muscolo-scheletriche e sensori-motorie; 2) strategie di valutazione clinico-strumentale e di trattamento con tecniche osteopatiche; 3) principi di metodologia della ricerca applicata.
2. Abilità: acquisizione delle seguenti abilità: 1) essere in grado di usare strumenti di valutazione specifici e riconosciuti a livello internazionale per l'analisi delle disfunzioni NMS; 2) essere in grado di eseguire programmi di intervento con tecniche osteopatiche in persone affette da disfunzioni NMS; 3) essere in grado di interpretare la letteratura scientifica e pianificare progetti di ricerca sperimentale.
3. Competenze: acquisizione di specifiche competenze che consentano di effettuare approcci di valutazione e trattamento con tecniche osteopatiche nella persona con disfunzione NMS. Pianificare progetti di ricerca sperimentale nelle seguenti fasi: revisione della letteratura, individuazione dello scopo della ricerca, individuazione del disegno sperimentale e delle misure di out-come, analisi dei dati e stesura di un articolo scientifico.


Per maggiorni informazioni: www.osteopatia-eomitalia.eu



  Spazio e-Learning del Corso A.A. 2017/18
 

Andrea Turrina, EOM Italia

Master Universitario in Teoria e tecniche della preparazione atletica nel calcio (I livello - Interateneo: sede amm. Pisa)
L'obiettivo è fornire insegnamenti teorici e pratici per elaborare e condurre programmi di preparazione fisica per calciatori disquadre sia professionistiche che dilettantistiche. Il master sarà basato su un approccio evidenced based all'attività sportiva e potrà contare su docenti di elevata qualificazione scientifica internazionale con specifica e documentata attività di ricerca nell'ambito del calcio. Il coinvolgimento di docenti con esperienza pratica presso squadre professionistiche e dilettantistiche consentirà di mostrare diversi approcci e strategie di allenamento, le problematiche di ciascuna categoria e le possibili soluzioni adottate da esperti del settore. Al partecipante verrà offerta una ampia gamma di attività esercitative che lo metteranno in grado di pianificare e condurre programmi di preparazione atletica nelle diverse fasi della stagione agonistica, di ricondizionamento degli atleti infortunati, ma anche di effettuare in modo corretto i più comuni test di valutazione per la verifica dell'efficacia degli interventi. Inoltre, il partecipante sarà capace di analizzare in modo appropriato i risultati dei test di valutazione così come i dati raccolti per il controllo del carico di allenamento.
Sede amministrativa: Università di Pisa
                                                                                                                                                                                                                                                                                   Per informazioni e iscrizioni: serraweb.unipi.it/gesi/sportandanatomy/

Corsi non attivi nell'anno accademico attuale

Master in Progettazione e conduzione dell’esercizio fisico nelle patologie esercizio-sensibili (Esercizio - Terapia) (II livello) Corso disattivato
Il corso si inserisce nel contesto scientificamente ben riconosciuto e validato del ruolo dell'esercizio fisico come strumento di prevenzione delle malattie e promozione della salute e mira a rendere disponibile sul mercato del lavoro una figura professionale di area motoria con conoscenze approfondite sulla valutazione funzionale e sulla progettazione oltre che sulla conduzione dell’esercizio fisico a favore di soggetti portatori di patologie (patologie metaboliche, funzionali, neurologiche e psichiatriche).
Coerentemente col modello di sviluppo integrato medico-chinesiologo proposto nel contesto del Piano Nazionale della Prevenzione 2015-2018 del Ministero della Salute e col Piano Regionale per la Promozione dell'Attività Motoria del Veneto, il master intende formare un professionista in grado di interagire in un contesto di equipe, avendo competenze operative specifiche su gestione e attuazione dei protocolli di lavoro.
La finalizzazione principale del corso riguarda il soggetto con patologie cronico-degenerative, che traggono maggiori benefici da una pratica motoria regolare ed adeguata.
La struttura del corso crea i presupposti per consentire l’acquisizione di un linguaggio condiviso per prendere in esame contemporaneamente aspetti medici e motori, al fine di stimolare una forte e proficua collaborazione nella predisposizione di programma efficaci di attività fisica per la popolazione adulta e anziana.
L'esperto potrà inserirsi in strutture pubbliche (azienda sanitaria locale, case di riposo, strutture riabilitative, centri diurni etc.) o private (centri fitness, centri riabilitativi, case di riposo, la rete Palestre della Salute, etc.), presentando, ove non fossero già implementati, progetti di attività fisica adattata per la salute, rivolti a persone portatrici di patologie cronico-degenerative (metaboliche, funzionali e neurologiche e psichiatriche).
La possibilità di autonome iniziative imprenditoriali nel settore dell'attività fisica adattata per la prevenzione primaria e terziaria si configura come un settore in notevole espansione.

Obiettivi formativi:

Conoscenze:
- Basi sull'inquadramento clinico della singola patologia e sulle linee guida internazionali per i programmi di attività fisica;
- Conoscenze approfondite sulla teoria e metodologia per la valutazione, progettazione, organizzazione e gestione di programmi di esercizio fisico per la promozione della salute;
- Specifiche conoscenze sugli strumenti necessari per la valutazione dello stato di salute del paziente e delle capacità funzionali, ai fini della prescrizione e della implementazione di programmi di esercizio in modalità sicura e individualizzata.

Abilità:
- Utilizzazione di un linguaggio condiviso con uno staff multidisciplinare;
- Gestione della relazione con lo staff e con il paziente, nelle diverse fasi previste dall'iter valutazione-prescrizione-conduzione, con efficace suddivisione di compiti e responsabilità;
- Adattare il programma di lavoro proposto al variare della condizione della persona (includendo lo stadio patologia, nuova cura farmaceutica, altri cambiamenti), grazie ad accurata attività di monitoraggio e valutazione. Competenze:
- Capacità di inquadramento del soggetto affetto da patologia cronica (metabolica, funzionale e neurologica);
- Progettare l'esercizio fisico in base allo stadio patologico, alla terapia farmacologica assunta dal paziente ed alle abilità e capacità motorie residue;
- Individuare eventuali controindicazioni all'esercizio fisico, specifiche per paziente o per patologia;
- Condurre i singoli interventi in maniera efficace e sicura, anche nel rispetto delle diverse peculiarità motorie, fisiche e psicologiche dei soggetti coinvolti.
 

Federico Schena, componente del comitato scientifico del Master

Master Universitario in La valutazione clinica (patient-oriented) come strumento decisionale in neurologia e neurochirurgia (tumori, epilessia, disturbi del movimento) (II livello) Corso disattivato
Nel processo decisionale clinico la valutazione è sempre premessa di una scelta terapeutica ragionata e ne sancisce anche l'esito, mediante l'adozione di strumenti di analisi orientati alla malattia e al paziente, che separatamente rientrano nella valutazione più ampia che riguarda il bilancio clinico costi/benefici. Tuttavia, non sempre la scelta degli strumenti di valutazione è coerente con gli obiettivi e omogenea tra studi simili, recando gravi pregiudizi all'attendibilità degli studi stessi. In ambito neurologico la valutazione relativa al paziente è resa oggettivamente complessa dalla difficoltà di rappresentare obiettivamente comportamenti e funzioni cerebrali, a loro volta variabili secondo il tipo di malattia.
Negli ultimi anni, il bilancio costi/benefici si è sempre più complicato assumendo molteplici valenze, funzionale, economica e sociale, senza adeguato sviluppo dei criteri di scelta degli strumenti di valutazione del paziente, perdendo così alcune delle possibilità applicative, sia nella scelta della terapia che nella verifica degli effetti. L'obiettivo del master è migliorare la conoscenza dei vari strumenti di valutazione (tecnologici, test, questionari, clinici), la cui criticità è data dallo sviluppo in ambiti diversi. Ci si avvicinerà quindi, mediante esempi pratici,  alla "personalizzazione" delle cure e alla definizione di criteri di outcome, che sono le fasi ultime dello sviluppo decisionale secondo le più moderne tendenze della medicina.  Il Master risponde alla necessità e urgenza di sviluppare queste competenze nel personale che lavora o lavorerà in ambiti multidisciplinari per trattamenti di frontiera medico-chirurgica quali i tumori cerebrali, l'epilessia e i disturbi del movimento.
Master Universitario in Tecnico nazionale di nordic walking (I Livello) Corso disattivato
Il corso si propone di fornire conoscenze approfondite sulla corretta tecnica del Nordic Walking (N.W.) e di permettere l’acquisizione di competenze metodologiche-didattiche adeguate alla progettazione e alla realizzazione di programmi di attività motoria specifica. Il N.W. è una disciplina che sta prendendo piede, in quanto adatta ad essere praticata da persone con caratteristiche molto diverse, sia per genere, che per età, che per stato di salute. Studi scientifici hanno, inoltre, dimostrato la sua efficacia in persone obese, affette da malattia cardiovascolare, sindrome reumatica, malattia del Parkinson e in stato depressivo o con disabilità neuro – motoria. Da anni l’Associazione Nordic Walking Italia (ANWI) sostiene un programma di formazione per qualificare Istruttori di N.W. e questo corso nasce da un dialogo continuo tra l’Università di Verona e l’ANWI, che ha fatto emergere la necessità di una progressione nella formazione, al fine di rispondere a esigenze complesse di utenza. L’obiettivo del corso è formare il “Tecnico Nazionale di Nordic Walking”, un laureato in scienze motorie con competenze specifiche nella valutazione, programmazione dell’esercizio fisico attraverso il n.w., adattando le proposte alla persone anziane, o affette da malattie cronico-degenerative. Il “Tecnico Nazionale” ha un riconoscimento nella gerarchia del mondo nw, in quanto al di sopra dell’Istruttore e con l’opportunità di diventare Coach Nazionale, massimo livello tecnico.
Per avvisi e documenti relativi all'organizzazione didattica del Master accedere al seguente link: http://www.dsnm.univr.it/?ent=cs&id=617&tcs=M
Inserisci la matricola per vedere la tua offerta formativa nell'anno corretto.